Il portale INFORMUSIC nasce da un lavoro di Paola Maschio, moglie di Roberto Bignoli. Esso si propone come il portale di riferimento per la Musica Cristiana in Italia.

Tutti coloro che volessero essere inseriti o aggiornare i loro dati possono inviarci un messaggio nel form a lato

10 + 12 =

Foto di Rebecca St.James

Rebecca St.James

Biography

E’ la più piccola di sette fratelli e sorelle, lei continua ad essere accompagnata dai consigli e dalla compagnia della famiglia per ognuno dei duecento concerti all’anno. Il padre e i suoi cinque fratelli sono suoi produttori, controllano le luci, merchandising, e organizzano opere di beneficenza internazionali dietro i suoi concerti. In più pregano continuamente per lei. Per Rebecca la famiglia è molto importante e se i giovani di oggi trovano vie pericolose per “riempire” le loro vite, secondo lei, molta colpa hanno le famiglie insensibili  che non sono un punto di riferimento, non insegnando che Dio è l’unico che possa guidare e “riempire” il nostro vuoto. Quando aveva 13 anni la sua famiglia si trasferì dall’Australia a Nashville, Tennessee, a causa del lavoro del padre. “Ricordo di aver cominciato a scrivere una canzone quando stavamo partendo che parlava proprio di questo avvenimento”, dice Rebecca “sapevo che nulla sarebbe rimasto uguale, ma non avevo proprio idea di quanto radicalmente le cose sarebbero cambiate”. Due mesi dopo dovevamo trasferirsi nuovamente, il lavoro era finito, e la sua famiglia si ritrovò dall’altra parte del mondo, senza soldi, senza macchina e senza mobili. Dormivano sul pavimento, senza nessuna certezza di cosa avrebbero mangiato il giorno  dopo. Sua madre era incinta di sei mesi e non avrebbero potuto raggiungere in tempo l’ospedale non possedendo la macchina. “Potevamo solo sederci sul pavimento e pregare come famiglia dicendo semplicemente: “Dio per favore provvedi per noi una macchina, del cibo e dei soldi”, ricorda Rebecca che ora ha 23 anni “e qualche volta accadeva che proprio lo stesso giorno vedevamo la risposta di Dio. Alcune persone venivano a trovarci a casa nostra e mettevano nella buca delle lettere proprio quello che ci serviva: ma proprio all’ultimo momento, giusto in tempo. Dio aveva provveduto! Io penso che questo mi abbia mostrato la vera realtà di Dio. Il Suo amore, la Sua grazia. Lui guarda continuamente i suoi figli, controlla che non cadiamo e ci fa comprendere ogni giorno che tutto è nelle Sue mani”
Il suo scopo come cantante
Rebecca St.James è la più vecchia di 7 fratelli. Forse per questa ragione si sente un po’ come la sorella “maggiore” dei membri più giovani della sua generazione, quella per cui canta. Rebecca, 23 anni, dice: “Vedo molti giovani ragazzi, alcuni anche miei amici, che hanno scelto, sbagliando, di fare lo sesso  fuori dal matrimonio, e vedo la sofferenza nei loro occhi. Vedo l’insoddisfazione che hanno incontrato nel compiere questa scelta. Io so solo che il Signore opera!”, continua Rebecca, “ io so che la via che Lui ha illustrato nella Bibbia è la via della vita, ed è la strada della speranza! Sono vergine e lo sarò finché non mi sposerò! Ma per i ragazzi che hanno fatto l’errore di fare sesso fuori dal matrimonio c’è ancora la possibilità di diventare “vergini riciclati”. C’è sempre tempo per prendere questa decisione. C’è tempo per una seconda opportunità! Tutti facciamo errori, ma se c’è pentimento,c’è sempre la speranza  e il perdono in Lui!” Rebecca St.James spera che il suo album possa incoraggiare i suoi coetanei. “Ho letto su una rivista che l’incoraggiamento è come una boccata di aria fresca per l’anima! Ed è proprio così! Noi tutti ne abbiamo bisogno, specialmente la nostra generazione che è fortemente scombussolata dalla fragilità delle loro famiglie, e dalla errata convinzione che la vera vita è fatta solo di sesso, droga e rock and roll. Hey, c’è la speranza in Gesù! E così, ci credi? Gesù è morto per te! Lui ti ama. Noi non possiamo comprendere il suo amore, ma Lui ci offre la vita e la speranza! Accettalo perché Lui è veramente Dio!”

La prima volta che ho sentito il brano “You’re the Voice”
ero molto piccola in Australia. E’ stata una canzone così straordinaria che persino i ragazzi della mia età la ricordano perfettamente. Per me, è un’ invito per la nostra generazione a non stare in silenzio, e a non comprometterci. Noi siamo i portavoce di Dio, la Sua voce, per far conoscere alla gente la verità che dobbiamo vivere per Lui e non vivere per noi stessi.
I media (musica, televisione, etc.) cercano di convincerci, mentendoci, che la vita è vera quando facciamo ciò che sentiamo. Sfortunatamente, questa generazione ha sentito quella voce a l’ ha accettata come la verità. Ma c’è una sola ed unica verità. E Lui deve essere la voce che guida la nostra vita.
La cosa sorprendente è che Dio ci usa, anche se adolescenti, per essere la Sua voce in una generazione confusa disorientata. Probabilmente Dio ti sta sfidando a cominciare a studiare la Bibbia con alcuni amici o nella tua scuola. Se Lui lo sta facendo, va avanti in questo obiettivo
con la Sua forza. Sii la Sua voce”.

Versetti:
Proverbi 8:1,6
Salmi 40:8-10
Ezechiele 3:17-19
Atti 4:13-20
2 Timoteo 1:7


REBECCA dice: Il momento più importante per noi in ogni concerto è il momento in cui incontriamo i nostri spettatori alla fine della serata. Le persone sono realmente incoraggiate a prendere Dio sul serio e dare tutto a Lui. Ogni volta che vedo qualcuno che viene avanti per prendere una decisione, mi inchino davanti alla grandezza del Signore. Io so che è lo Spirito Santo a lavorare, e non è merito mio. Io posso parlare condividere tutto quello che voglio, ma solo Dio può portare le persone a Lui.

Io guido le persone nella loro preghiera al Signore dicendo:

“Caro Gesù… Grazie per amarmi ben oltre di quanto io me ne renda conto. Signore, vieni nella mia vita, cambiami, annulla me stessa, fammi nuova, rinnovami totalmente… perdonami. Purifica il mio cuore. Gesù io credo che sei morto sulla croce per me e sei risorto tre giorni dopo. Sei il mio Salvatore e un giorno vivrò con te per sempre. Ma intanto, aiutami a vivere per Te. Brillare per te, essere diverso da chi non ti conosce e parlare della tua verità. Usami Signore, riempimi con lo Spirito Santo fino a straripare. Io ti amo molto! Nel nome di Gesù, Amen.”
Poi condivido con loro cinque punti essenziali che mi hanno portato a crescere nella fede. Sono:
1. Scava in profondo nella Bibbia
E’ veramente il nostro libro di istruzioni per la vita. Più in profondo la studiamo, meglio conosceremo il Signore. Io incoraggio le persone a leggere un capitolo al giorno e assorbire da esso il più possibile. La Bibbia è un grande libro!

2. Dedica molto tempo alla preghiera
Che privilegio avere la possibilità di parlare con il Creatore del mondo! Offri il tuo cuore a Lui. DaGli tutti I tuoi pesi e affida a Lui tutta la tua vita. Lui è Dio e può fare tanto per te! La preghiera è un dono così potente.

3. Resta vicino agli amici cristiani
Noi tutti abbiamo bisogno di amici cristiani che ci aiutino e ci diano consigli. Non possiamo restare soli. Io incoraggio l’inserimento in gruppi di studi biblici.

4. Liberati da tutte le cose negative della tua vita
Se ci sono certe cose che stai guardando, ascoltando o leggendo che Dio non vuole che tu abbia nella tua vita liberati di loro. Siccome sono sbagliate queste cose rovinerebbero la tua relazione con Dio

5. Prendi compiti nella tua chiesa
E’ molto importante vivere in una chiesa basata sulle realtà bibliche. Questo ci porterà a crescere spiritualmente e a mostrare la luce del Signore sempre con più intensità.