Il portale INFORMUSIC nasce da un lavoro di Paola Maschio, moglie di Roberto Bignoli. Esso si propone come il portale di riferimento per la Musica Cristiana in Italia.

Tutti coloro che volessero essere inseriti o aggiornare i loro dati possono inviarci un messaggio nel form a lato

13 + 14 =

Foto di Don Carlo Cavallin

Don Carlo Cavallin

Sito web: http://www.carlocavallin.com/

Biography

Don Carlo Cavallin nasce a Padova il 4 maggio del 1965 e porta dentro fin da piccolo una grande passione per la musica. Di musica ne respira parecchia e presto si accosta al pianoforte e alla chitarra. Negli anni in cui matura la sua vocazione (don Carlo è prete dal 1990 e attualmente è parroco a Padova nella parrocchia della Madonna Incoronata), cresce anche la voglia concreta di scrivere canzoni, il desiderio di raccontarsi nell’arte della musica perché altri si sentano raccontati. La musica è per lui la forma artistica più elevata, utile non solo a esprimerne rabbia, amore e sentimenti ma a migliorare l’uomo; è come una grande medicina.

Nel 1996 pubblica il suo primo album “Angeli stonati”: Il titolo è preso da una canzone raccolta nell’album che parla dei bambini di strada. L’album interamente scritto da don Carlo, arrangiato e realizzato dal fratello Franco, ripercorre situazioni ed esperienze importanti della sua vita. Ci sono canzoni che parlano della sua scelta di vita (Ascolta questo canto; Perché sei), della difficoltà di credere (Lontani da Te; Finalmente vivi), dell’amore che fa camminare insieme un uomo e una donna (Tenendoci per mano), dei tanti volti di giovani meravigliosi incontrati in questi anni (Tanti volti un solo cielo; E’ la speranza). Dopo l’uscita del primo album cominciano per don Carlo alcuni concerti …
Nel 1998 arriva il secondo album: “A piedi nudi”. L’idea è legata all’esperienza di Mosè che incontra Dio nel roveto e gli chiede ti togliersi i sandali. Don Carlo esprime il desiderio di tornare a una fede più vera e più essenziale alla vigilia ormai del Giubileo del 2000. Le dieci canzoni raccolte fotografano alcune esperienze forti…la scelta (Danzando a piedi nudi; Ti ho cercato; Cantate) l’esperienza della GMG a Parigi (Si, sarà così!) il valore della musica (In principio fu la musica).

A fine 2005 esce l’album “AMARTI”, dove parole e musiche parlano al cuore per raccontare di tenerezze e perdono, di solitudine e condivisione, di viaggi e percorsi sulle strade del mondo e dentro le pagine sconvolgenti della Parola.

Nel gennaio 2008 esce il nuovo album “NEL CANTO DI TE”, un album pregato prima che suonato e cantato. Da brevi pensieri, ritornelli, è nata la voglia di fissare queste melodie e canzoni ispirate alla Parola, perchè non andassero perduti e altri potessero conoscerle.

Nel 2009 don Carlo torna a suonare dal vivo il 28 ottobre al teatro MPX di Padova con una band di validissimi musicisti: Fancesco Boldini alla chitarra elettrica, acustica e classica; Lello Gnesutta al basso; Franco Cavallin alle tastiere, Paolo Prizzon alla batteria e percussioni, Chiara Turra e Loris Gasparella cori. Vengono riproposte le canzoni migliori del suo repertorio con arrangiamenti e ritmiche diverse e alcuni brani sono eseguita al pianoforte solo da don Carlo. Lo stesso concerto viene riproposto Domenica 6 dicembre al Teatro Comunale di Thiene ( Vi ). Tutte e due le serate hanno avuto un’ottima partecipazione di pubblico.

Nell’autunno del 2010 don Carlo si incontra con Massimo Barbieri, musicista e arrangiatore, per cominciare a mettere in cantiere il nuovo disco.

Nel settembre 2011 iniziano le registrazioni per il nuovo album all’X LAND di Zugliano (Vi), sotto la guida dell’ingegnere del suono Sandro Franchin, che durearanno fino al febbraio 2012. Segue poi la fase del mixaggio, la lavorazione sulla grafica del cd e la masterizzazione a Reggio Emilia.

A settemgre 2012 è pronto il nuovo disco di don Carlo ” SULLA STRADA” . Questo lavoro raccoglie 13 nuovi brani ispirati alla Parola di Dio e scritti per accompagnare i giovani della Scuola di Preghiera del Seminario Maggiore, dell’esperienza de “Gli occhi della Parola” e di quella “Un Giovane diventa cristiano” proposto da Villa Immacolata sempre nella diocesi di Padova. Si tratta di canti che sono stati utilizzati per la preghiera e l’adorazione.